Follia e Invenzione tra il ’600 e il ’700

Cinque concerti alla Chiesa di San Luca di Genova

Details

GOG Giovine Orchestra Genovese
in collaborazione con Fondazione Spinola

Genova, Chiesa di San Luca
Sabato 25 e giovedì 30 maggio 2019
Venerdì 7, 14 e 21 giugno 2019

"Follia e Invenzione tra il ’600 e il ’700"

Follia e Invenzione richiamano nella musica una forma di liberazione dal rigore del contrappunto che aveva ordinato il metodo compositivo fin dall’inizio dell’undicesimo secolo, il tempo di Guido d’Arezzo.
Follia e Invenzione sono anche trionfali portati della fantasia, della gioia, della danza e della ritualità in tante composizioni a cavallo dei secoli XVII e XVIII e costituiscono una forma musicale che ha impresso un nuovo modo di elaborare il gusto strumentale. Folia era uno dei più antichi motivi popolari, di origine portoghese, e ben presto divenne il punto di partenza per la creazione di virtuosismi strumentali e suggestioni timbriche lievi o molto ricche e intricate.
Certamente le Sonate di Arcangelo Corelli sono state il punto di riferimento per i musicisti dell’epoca e del tempo successivo, da Francesco Geminiani a Johann Sebastian Bach, fino ai nostri giorni.
È significativo leggere quanto scrisse Geminiani, allievo di Corelli, in quegli anni a proposito della Follia: “Non pretendo di esserne l’inventore: altri compositori, della più alta classe, si sono avventurati nello stesso tipo di viaggio: e nessuno con il maggior successo che il celebrato Corelli, come si può vedere nell’opera quinta, sull’Aria della Follia di Spagna. Io ho avuto il piacere di discorrere con lui su tale soggetto e l’ho udito riconoscere quanta soddisfazione ebbe nel comporlo ed il valore che gli attribuiva”.
Nuove sonorità, talvolta al limite della dissonanza, si sono sviluppate velocemente in un’Europa sempre più comunicante, descrivendo un mondo artistico ed umano dominato dalla spinta creatrice e dall’emotività. L’invenzione, portatrice di forma innovativa nelle figure barocche, divenne dunque arte della fantasia inventiva e con Mozart raggiunse una incompresa perfezione.

L'ingresso ai concerti sarà libero e gratuito.

----

Programma

Genova, Chiesa di San Luca
Sabato 25 maggio, ore 18

Ensemble Tripla Concordia
Lorenzo Cavasanti, flauto
Caroline Boersma, violoncello
Sergio Ciomei, clavicembalo

Musiche di Händel, Telemann, Bach

----

Giovedì 30 maggio, ore 17:30

Edoardo Torbianelli, fortepiano

Musiche di Carl Philipp Emanuel Bach, Georg Anton Benda, Friedrich Wilhelm Rust

----

Venerdì 7 giugno, ore 17:30

Jorge Jiménez, violino

Musiche di Ignaz von Biber, Giuseppe Tartini, Bach, Francesco Geminiani, Krzysztof Penderecki

---

Venerdì 14 giugno, ore 17:30

Ensemble Mannheimer Schule, oboe
Carmen Leoni, fortepiano
Federica Inzoli, oboe
Danilo Zauli, clarinetto
Dileno Baldin, corno naturale
Giorgio Mandolesi, fagotto

Musiche di Mozart, Beethoven

---

Venerdì 21 giugno, ore 17:30

Ensemble Chiaroscuro, oboe
Fabrizio Haim Cipriani, violino e direzione
Elisa Franzetti, soprano
Paola Cialdella, mezzosoprano
Antonio Fantinuoli, violoncello
Ugo Nastrucci, tiorba
Sirio Restani, organo

"Maria Mater"
Musiche di Giovanni Battista Riccio, Giovanni Paolo Cima, Giovanni Antonio Rigatti, Alessandro Stradella, Giovanni Legrenzi, Claudio Monteverdi, Giovanni Battista Degli Antonii, Benedetto Vinaccesi